Rilievo in marmo

    Memoria sepolcrale

    La lapide è uno dei documenti più antichi sopravvissuti alle numerose trasformazioni e distruzioni subite dalla pieve di Sant’Andrea. Segnava la sepoltura di Tribaldo, esponente della famiglia dei Mangiadori, signora per qualche tempo di San Miniato a Tedesco e in seguito ridotta all’obbedienza dalla Repubblica fiorentina. La lapide si trovava murata alla base del campanile … Continued

    Profilo di santa

    L’ovale marmoreo reca sull’aureola tracce di una doratura in seguito asportata. Mancano attributi per poter identificare la santa raffigurata, il cui profilo, semplice ed elegante a un tempo, si staglia sul fondo neutro in un’espressione idealizzata, come in un medaglione antico. Il rilievo è stato accostato, da Paolucci (1985), a Giovanni Bandini sulla base del … Continued

    Madonna col Bambino

    Il rilievo alla fine dell’Ottocento era collocato sulla controfacciata della Collegiata entro un tabernacolo in pietra oggi perduto, che gli Ispettori dei Monumenti del Regno d’Italia non esitavano a definire «grandioso». L’impressione suscitata dall’insieme, oltre che dalle dimensioni, poteva derivare dall’impiego del vocabolario architettonico classico, che Mino doveva aver appreso fin dalla sua giovinezza nella … Continued

    Madonna col Bambino

    Il piccolo tondo è la più antica testimonianza dell’arredo scultoreo della pieve di Sant’Andrea, trasferito nel Museo della Collegiata alla fine dell’Ottocento con un generico riferimento a «scuola pisana». L’autografia è stata oggetto di pareri differenti, oscillanti tra Tino di Camaino e Giovanni Pisano a cui l’opera oggi è riferita in modo unanime dagli studiosi … Continued