Empoli Musei

Empoli e Bill Viola


La mostra Bill Viola. Rinascimento elettronico ha celebrato a Palazzo Strozzi l’artista italoamericano (New York 1951), maestro indiscusso della videoarte contemporanea, attraverso sue opere esposte in dialogo con capolavori del Rinascimento che sono stati per lui fonte di ispirazione e hanno segnato l’evoluzione del suo linguaggio. Tra questi, per Emergence, il Cristo in pietà di Masolino del Museo della Collegiata di Empoli.

Dal 27 luglio al 17 dicembre 2017 Emergence (2002) di Bill Viola sarà esposta nella sala principale di Palazzo Pretorio, che è tra gli edifici più rappresentativi di Empoli, già sede dell’autorità e poi anche del Podestà. Fu edificato a più riprese, a partire dal XIV secolo e fortemente modificato nei secoli a venire. Degli elementi originari è stata recuperata l’elegante ghiera trecentesca in cotto, posta sul portale d’ingresso sulla piazza. Il portone, anch’esso originario e recentemente recuperato, fu donato dal podestà Matteo Chierichini nel 1497, come ricorda l’iscrizione incisa che corre lungo il coronamento dei due battenti.

Bill Viola, prima della mostra di Strozzi, non aveva ma i visto dal vivo l’affresco staccato, ma venne toccato dalla sua immagine, incontrata in un libro di storia dell’arte, e volle riprodurla in un’immagine in movimento, aggiungendo l’acqua, elemento tra i più tipici del suo linguaggio.

In Emergence, commissionata dal Getty Museum e parte della serie The Passions, Viola si è ispirato principalmente all’affresco del Cristo in pietà di Masolino da Panicale, ma – poiché il video non è un’immagine ferma e unica – ha contaminato Emergence con altre suggestioni del passato. Viola unisce qui pensiero cristiano e spiritualità orientale in un originale sincretismo.

eventi in programma
Giovedì 27 luglio, ore 20-23
Empoli, Palazzo Pretorio
Apertura al pubblico di Bill Viola, Emergence


L’iniziativa si inserisce nel progetto Piccoli Grandi Musei della Fondazione CR Firenze

in Empoli cultura e itinerari